Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dermatite alle mani, quali soluzioni"

Sono affetto da una dermatite che mi costringe al continuo utilizzo del cortisone in crema su dita e mani; negli anni il cortisone ha perso effetto. Ho letto su internet che è consigliabile ridurre l'esposizione alle polveri e il contatto con l'acqua che crea secchezza ed aiuta lo squilibrio epidermico. Ho letto di una soluzione a base di permanganato di potassio, che è però di per sé impossibile da reperire nel canale farmaceutico, esiste una soluzione per effettuare dei lavaggi che possa avere effetto antisettico e cicatrizzante?

È importante eseguire tutti gli accertamenti del caso. Il patch-test o test del cerotto, ad esempio, è consigliato se si sospetta una dermatite da contatto e potrà evidenziare una eventuale sensibilizzazione verso una o più sostanze. Le creme cortisoniche, se usate per lunghi periodi di tempo, possono danneggiare la cute e impoverire le difese locali. Per la pulizia di corpo e mani è bene usare un solo prodotto. Consiglierei detergenti oleosi, testati senza nichel e privi di conservanti e profumi.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su