Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cure per la vitiligine"

Sono una ragazza di 27 anni, da tempo affetta da vitiligine. Ho iniziato diverse cure, dal trattamento vitaminico e con creme locali, ma ho sempre sospeso per scarsi risultati. La mia vitiligine è a piccole macchie e generalizzata, tendenzialmente simmetrica, mani, seno, spalle genitali e gambe. Da poco il vedere depigmentare angoli della bocca e gambe mi ha fatto allarmare, sono a conoscenza di molte terapie, quali la fototerapia a luce fredda, che però sono molto costose: esistono centri per il trattamento a basso costo? Che creme posso usare per attenuare le macchie? Che integratori posso usare per aiutare la pigmentazione spontanea?

Purtroppo a tutt'oggi non è disponibile una terapia della vitiligine in grado di garantire risultati certi e duraturi con margini di successo soddisfacenti. Si va un po' per tentativi: i trattamenti sono molteplici, a volte lunghi e costosi, ma la risposta individuale non è prevedibile. Ovviamente è meglio seguire quelli privi di effetti collaterali, come ad esempio la luce fredda, il cui costo dipende dal numero e dalla frequenza delle sedute necessarie. Integratori o rimedi di medicine complementari possono essere prescritti da medici esperti in queste discipline. Sono allo studio preparati per uso locale con principi attivi di recente introduzione.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su