Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cure antipertensive e problemi erettili"

Salve, l'anno scorso ho avuto un ischemia celebrale transitoria che si è poi scoperto essere dovuta a ipertensione arteriosa; a febbraio di quest'anno mi sono stati fatti 3 stent alle coronarie. Non soffro di colesterolo alto; faccio parecchio sport e non sono fumatore. Da qualche mese ho problemi erettili dicono dovuti alla cura con ramipril. Vorrei provare con tadalafil, ma il cardiologo mi aveva prescritto anche il cerotto a base di nitroglicerina e ho letto essere fortemente sconsigliato in associazione con tadalafil. Non è che dopo 9 mesi dalla coronarografia potrei smettere di usare il cerotto, visto anche che dopo gli stent ho cambiato tenore di vita facendo parecchio sport e controllando l'alimentazione?

Se dopo angioplastica con stent il quadro clinico è stabile e i test provocativi sono negativi per ischemia residua, consiglio di sospendere il cerotto di nitrato perchè inutile (comunque, chieda al cardiologo di sua fiducia) oppure sospenda il cerotto 48 ore prime del rapporto usando tadalafil, o, ancora prenda il vardenafil (10 mg) che dura come effetto circa 12 ore, sempre sospendendo il cerotto. Il ramipril invece è indispensabile per l'ipertensione ma anche per il controllo della stablità degli stent e delle coronarie. Prosegua comunque un sano regime di vita.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su