Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Curcuma in soggetti senza colecisti"

Vorrei sapere se una persona che non ha più la colecisti può assumere la 
curcuma, poiché l’assunzione della spezia aumenta la produzione della bile.

La curcuma è una spezia con notevoli effetti benefici per la salute, le sue proprietà sono date dalla curcumina, con potere antinfiammatorio, antiossidante, antibatterico ed antifungino. Tra i suoi tanti effetti ha azione coleretica, stimola la contrazione della colecisti e ha la proprietà di aumentare la produzione di bile e acidi biliari: a questo si deve la sua azione digestiva, stimolando la secrezione biliare, infatti, favorisce la digestione dei grassi. Una dieta con supplemento di curcuma può ridurre del 75% la formazione di calcoli di colesterolo. L’eventuale contrindicazione è in soggetti che hanno problemi di stenosi delle vie biliari, calcolosi, o in caso di flogosi acuta della colecisti. Le spezie sono inoltre controindicate nell’immediato post-intervento di colecistectomia, quando l’organismo si deve adattare alla nuova situazione, poi gradualmente è possibile riprendere una moderata introduzione di spezie.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su