Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Come indagare eventuali extrasistoli"

Ho 42 anni, sono ipotiroidea, esami tiroide da poco fatti e sono a posto. Da qualche anno sento battito strano al cuore, tipo un tonfo ogni tanto. Mi sono rivolta al mio medico che mi ha fatto fare un elettrocardiogramma dove non è venuto fuori nulla. A chi mi devo rivolgere e che tipo di esami devo fare nello specifico per capire meglio la situazione?

I tonfi, come lei li chiama, sono molto verosimilmente delle extrasistoli per cui non si deve preoccupare; è ottimo che la funzionalità tiroidea sia normale: era il primo accertamento da fare. Per registrare le extrasistoli o si fa un ecg durante i sintomi (evenienza difficile da mettere in pratica) o si fa un Holter ecg, che dura 24 o 48 ore e che registra le extrasistoli. Dopo di che una visita cardiologica analizzerà gli accertamenti eseguiti per giugnere a una diagnosi.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su