RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Combattere la magrezza eccessiva a 22 anni"

Ho 22 anni e sono davvero molto magra: 40 kg. Mi sento anche debole, prendo integratori alimentari, ma non mi fanno niente. Non so più cosa fare per aumentare almeno qualche chilo. Che suggerimenti può darmi?

Non è facile rispondere alla sua richiesta poiché ciò che riferisce di se stessa è troppo poco per dare suggerimenti validi. Comunque 40 kg sono pochi alla sua età, ma quanto è alta? E, a parte la debolezza, ha qualche altro disturbo? Come ho già avuto modo di scrivere, ogni persona ha una storia diversa e l'alimentazione deve essere ben bilanciate e calcolata in base a tutte le caratteristiche come peso, altezza, età, sesso, attività fisica e lavorativa e stato di salute generale. E poi bisogna prendere delle misure importanti come la massa grassa, la massa magra e l’acqua corporea e altro ancora. Cominci con un consulto da un dietologo (medico specialista in scienza dell’alimentazione) e non prenda integratori a caso se non sono stati consigliati da un medico. Consigli generali, validi comunque: mangi frutta e verdura di stagione cruda e cotta, in abbondanza. Faccia sempre una prima colazione abbondante e non salti mai un pasto. Si conceda un pezzetto di cioccolato fondente ogni sera prima di coricarsi. Aggiunga fantasia alla sua tavola e cambi menù ogni giorno. Beva acqua in abbondanza e appena possibile faccia una passeggiata all'aria aperta, il clima è ancora piacevole e bastano 30 minuti al giorno per sentirsi meglio. Non trascuri mai il benessere psichico dedicando un po’ di tempo, ogni giorno, al riposo e al divertimento, meglio se in compagnia.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su