Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cisti ed epiteliomi, informazioni"

Volevo chiedere alcune informazioni su cisti ed epiteliomi. Una cisti sebacea può sanguinare e che cosa comporta l'avere cisti di questo tipo per parecchio tempo? Inoltre, se un individuo si stuzzica queste cisti che cosa può accadere? È possibile che su una cisti sebacea spunti un epitelioma? E in generale gli epiteliomi cosa sono? Se sanguinano che vuol dire? Possono provocare la morte?

Il sebo è costituito da una miscela di varie sostanze grasse. La cisti sebacea si forma quando una ghiandola sebacea si ostruisce e le sue dimensioni dipendono dall'attività residua della ghiandola stessa, attività che può variare nel tempo anche a distanza di anni. In queste condizioni il sebo può andare incontro a trasformazioni o costituire terreno per la proliferazione di germi patogeni, con conseguente infiammazione e/o formazione di ascessi cutanei. Qualche volta la cisti, se è superficiale, si può parzialmente evacuare con la spremitura, ma così facendo si facilita l'ingresso di germi. Se l'infiammazione è intensa si può verificare sanguinamento, in genere dopo fuoriuscita di pus. Le cisti sebacee non comportano problemi per l'organismo a parte il rischio di infezione e di aumento di volume. Gli epiteliomi cutanei vengono divisi in due categorie: basocellulari (basaliomi) e spinocellulari (spinaliomi). Ambedue sono tumori istologicamente maligni (carcinomi), tuttavia i basaliomi presentano una malignità locale (estensione in superficie e/o in profondità) e non metastatizzano se non in casi estremamente rari, mentre per gli spinaliomi questa possibilità esiste, con il rischio quindi di diffusione ad altri organi. Gli uni e gli altri possono presentare sanguinamento: è un sintomo frequente. Non vi sono relazioni accertate tra epiteliomi e cisti sebacee.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su