Pubblicità

Che cosa posso fare ai primi sintomi del raffreddore?

Quando compaiono i primi sintomi del raffreddore, che di solito sono prurito al naso e alla gola, deglutizione fastidiosa, naso che comincia a chiudersi, significa che siamo già stati contagiati. Se, però, agiamo in fretta, possiamo bloccare o rallentare la proliferazione dei virus, limitando le conseguenze. Ai primi sintomi è importante bere molti liquidi per favorire la diluizione delle secrezioni nasali, nelle quali è presente il virus, in modo da facilitarne l’espulsione. Lavare molto frequentemente le mani, soprattutto dopo che ci si è soffiati il naso. Anche cercare di riposarsi il più possibile aiuta il nostro sistema immunitario. Inoltre, è stato visto che lo zinco, assunto nelle fasi iniziali, ne riduce di circa la metà la durata, probabilmente perché interferisce con la replicazione virale. Infine, anche l’echinacea può contribuire a ridurre la durata del raffreddore.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su