Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Bruciore durante i rapporti, senza causa identificata"

Sono circa 4 mesi che ho un bruciore intimo durante e dopo i rapporti (senza preservativo), già a gennaio ho fatto una visita e un tampone; dalla visita si ipotizzava un'infezione a causa della presenza di perdite che, però, il tampone non ha confermato. Anche le analisi delle urine per infezioni delle vie urinarie sono satte negative. Sta di fatto che sono mesi che faccio delle cure locali, ma senza risultati. Anche il mio patner ha fatto varie analisi tra cui tampone e urinocultura, risultate negative. Cosa posso fare?

È evidente che se un qualche disturbo c’è, ci sarà ovviamente anche una causa, la quale può non essere sempre facilmente individuabile, anche perché il laboratorio non riesce in tutti i casi a riprodurre l’ambiente biologico vaginale. Le cause più frequenti di questi disturbi sono delle infezioni da candida. In casi del genere è comunque opportuno ripartire dall’inizio con l’itinerario diagnostico.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su