Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Aumento di peso e valori ematici alterati"

Sono una ragazza di 21anni, da piccola ho avuto dei problemi di allergia e mi era stato prescritto cortisone. Da allora ho iniziato a prendere tanto peso. Superata la fase cortisonica mi sono rivolta a diversi endocrinologi che mi hanno prescritto ulteriori medicinali che mi hanno mandato "ko" il metabolismo. Ora mi ritrovo a mettere su sempre altro peso e mi sto spaventando perché seguo un buon regime alimentare e soprattutto faccio attività fisica. Recenti analisi indicano valori alterati di Tsh, insulina, glicemia, delta-4-androsteidone, testosterone. Cosa potrei fare in questa situazione?

Il suo quadro clinico e di laboratorio depone per una condizione di ipotiroidismo subclinico, di insulino-resistenza e di iperandrogenismo (quest’ultimo da valutare in concomitanza di possibili sue alterazioni del ciclo mestruale). Necessita di un bravo endocrinologo che tenga conto di questo squilibrio endocrino-metabolico nel suo complesso, allo scopo di instaurare una eventuale terapia associata a una dieta ipocalorica e ipoglucidica.


Ha risposto Guabello Gregorio

Gaubello1

Gregorio Guabello

Endocrinologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2001, è dal 2006 specialista in Medicina Interna e, dal 2012, in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su