RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Asse dentale storto a 23 anni, i rimedi possibili"

Sono una ragazza di 23 anni e a causa di un mancato uso di un apparecchio dentale nell’infanzia mi ritrovo con l'incisivo sinistro storto il quale, a sua volta, ha deviato la direzione dei tre denti seguenti. C'è un rimedio, magari chirurgico, senza l'utilizzo di un apparecchio? Che rischi corro lasciando l'asse dentale storto?

Le attuali tecniche di allineamento con mascherine hanno raggiunto risultati davvero interessanti con modestissima invasività anche negli adulti e il metodo potrebbe essere indicato in un caso come il suo. Comunque, in qualunque modo si muovano dei denti, poi, al termine del percorso, dobbiamo tenerli fermi in posizione perché rimangano lì dove li abbiamo messi: ne consegue che un “apparecchio” sia sempre necessario. Che rischi corra lasciando i denti storti? Senza visita davvero non saprei dirle.


Ha risposto Pedone Maurizio

Pedone

Maurizio Pedone

Odontoiatra

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1985 con 110 e lode presso l’Università degli Studi di Firenze, consegue poi la specializzazione in Odontostomatologia e protesi dentale nel 1992 presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti. Dal 1985 al 1999 è Ufficiale Medico presso l'Aeronautica Militare.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su