Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ansia da prestazione"

Sono quasi sicuro di soffrire di ansia da prestazione sessuale, in quanto con la mia attuale partner non riesco ad avere una erezione soddisfacente, nonostante la ami tantissimo. Lei è una donna sicura di sé e mentalmente libera; fin dalla prima volta ho fatto fatica ad avere un’erezione e da allora, a parte qualche raro caso in cui ero veramente tranquillo, non sono mai riuscito. Quando riesco ad avere un'erezione non è comunque soddisfacente perché non è buona e duratura. Può aiutarmi?

Da quanto mi scrive sembra proprio che lei abbia un problema di ansia da prestazione. Può succedere che, in particolare quando si sta con una persona a cui si tiene molto, l'ansia aumenti e interferisca negativamente con la sessualità. In alcuni casi, con il passare del tempo la situazione tende a migliorare perché diminuisce la preoccupazione di non fare bella figura e, soprattutto, aumenta la confidenza e l'intimità con la partner. Purtroppo, però, in altri casi l'ansia è destinata ad aumentare se non si osserva un miglioramento nella sessualità. In questo caso le consiglio di rivolgersi al medico di famiglia o a uno specialista della sessualità maschile (andrologo) che potranno prescriverle un farmaco che aiuti l'erezione e che le permetta di riacquistare sicurezza e fiducia in se stesso. Inoltre, sarebbe molto utile che lei facesse qualche colloquio con un sessuologo per analizzare meglio le origini della sua insicurezza e per cercare di liberarsi degli stereotipi sulla sessualità maschile (l'uomo deve essere sempre pronto e con un'erezione potente) che danneggiano moltissimo l'espressione dell’intimità di coppia.


Ha risposto Fabrizi Adele

Sessuologa 1

Adele Fabrizi

Sessuologa

Psicologa e psicoterapeuta, insegna Sessuologia Clinica all’Università Tor Vergata, Fondazione S. Lucia di Roma. È direttore della Rivista di sessuologia clinica, organo ufficiale della Società italiana di sessuologia scientifica. Inoltre, svolge attività di supervisione alla scuola di formazione per consulenti in sessuologia e psicoterapeuti in sessuologia dell’Istituto di Sessuologia Clinica (ISC) di Roma.

Torna su