Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Anello contraccettivo nella donna vergine"

L'anello contraccettivo può essere utilizzato pur non avendo ancora avuto un rapporto sessuale?

L’utilizzo dell’anello vaginale come metodo contraccettivo è razionalmente ipotizzabile se la donna ha un minimo di confidenza e manualità con i propri organi genitali, il che non è sempre detto nella donna che non abbia mai avuto rapporti. Peraltro l’introduzione dell’anello in vagina nella donna vergine potrebbe anche determinare piccole lacerazioni dell’imene, con la comparsa di sangue, che potrebbe creare problemi psicologici nella donna alle prime esperienze. Per queste considerazioni, ai primi rapporti potrebbe risultare più utile l’utilizzo del preservativo eventualmente associato a una pillola per via orale. Questo non esclude però che, se la donna vuole, non possa introdurre l’anello in vagina, ricordando comunque che esso non protegge dalle malattie sessualmente trasmesse, come del resto non fa la pillola per via orale, per cui è sempre consigliato l’uso associato del preservativo, cosiddetta doppia protezione.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su