Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Allergico alle uova"

Un bambino di due anni e mezzo con l'intolleranza all'uovo deve stare attento ai farmaci o ai vaccini?

I vaccini che rappresentano un potenziale rischio per gli allergici all'uovo sono l'antinfluenzale, l'antifebbre gialla e l'antirabbica. La cosiddetta "trivalente", cioè l'antimorbillo-rosolia-parotite non è prodotta con l'uovo, ma con colture su fibroblasti di pollo. In realtà, sono state segnalate reazioni avverse dopo vaccinazione antinfluenzale solo in rarissimi casi di soggetti che avevano presentato gravi reazioni anafilattiche (shock, edema della glottide) dopo ingestione di uova. Non è mai stata segnalata alcuna reazione grave dopo aver vaccinato soggetti semplicemente intolleranti (reazioni cutanee o intestinali non sono considerate gravi). Considerata l'età, credo che gli verrà consigliata la vaccinazione antimorbillo-rosolia-parotite, che non rappresenta per lui un rischio particolare non contenendo uovo. Riguardo alle altre vaccinazioni (influenza, febbre gialla e rabbia), andrà valutato di volta in volta il rapporto rischio/beneficio. Rimane comunque la necessità e il dovere di informare il medico di qualsiasi intolleranza/allergia si soffra, lasciando che sia lui a consigliarci per il meglio.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su