Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Allergia, antistaminici, infiammazione"

Ho ventidue anni e sono un soggetto allergico: dai test sono risultato allergico ad alcuni pollini e sostanze presenti in determinati alimenti, anche se non ho mai avuto sintomi dopo ingestione di quegli alimenti, mentre ho sintomi allergici nel periodo primaverile. Da circa un anno però mi è comparso un insopportabile prurito diffuso, con formazione di chiazze rosse e pomfi, che riesco a tenere a bada solo con antistaminici. Al momento ho smesso di prendere gli antistaminici perché non penso di poter andare avanti per sempre e perché ho paura che siano anche causa della mancata guarigione di un'infiammazione al braccio dx (che perdura da ormai un anno e più). Potrebbe esserci correlazione tra l'assunzione di antistaminici e la mancanza di guarigione da questa infiammazione? Inoltre, è possibile guarire dall'allergia smettendo di prendere gli antistaminici sperando che il corpo si abitui agli allergeni?

la sua patologia cutanea (prurito\orticaria) può essere correlata all'infiammazione cronica che segnala. Verifichi con l'aiuto del suo allergologo che l'allergia agli alimenti non "accenda" la sua patologia cutanea. L'antistaminico non causa solitamente rallentamenti o mancate guarigioni, anche se il tutto deve essere confermato dopo una visita medica da parte del suo medico o allergologo in funzione del suo quadro clinico. Non ci sono evidenze scientifiche che il non assumere farmaci e sopportare porti a guarigione, il tutto resta nell'ambito della "speranza".


Ha risposto D'Agostino Marco

Dagostino

Marco D'Agostino

Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, è dal 1999 specialista in Allergologia e Immunologia Clinica e, dal 2007, in Igiene e Medicina Preventiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su