Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Allergia ai lieviti e disturbi gastrointestinali"

Da anni soffro di problemi gastrointestinali quali gonfiore addominale, bruciore di stomaco, meteorismo, cattiva digestione e reflusso gastroesofageo. L'anno scorso ho effettuato una gastroscopia che evidenziava un'ernia iatale da scivolamento con conseguente mrge. Il gastroenterologo mi ha prescritto ipp e anticidi, ma con il passare dei mesi i miei disturbi non si sono attenuati anzi, vi è stata la comparsa di ulteriori sintomi quali rinite e gonfiore dei turbinati. Un rast test evidenzia una leggera allergia ai lieviti (0,25 U/ml). L'allergologo a questo punto mi dice, visti i miei sintomi, di eliminare tutti i prodotti da forno, patate e latticini. È una dieta molto difficile da seguire. Secondo lei è necessaria? I miei disturbi sono davvero in parte collegati all'allergia?

Il rast va sempre interpretato in relazione allo stato clinico. Il suggerimento che Le do è di verificare per almeno 14 gg se una dieta priva di "lieviti" sortisce beneficio. Comunque verificherei altre cause non allergiche quale l'intolleranza al lattosio o disturbi della cistifellea per ricercare altre cause del suo disturbo alimentare oltre alla MRGE. Esegua anche un prick test inalanti per approfondire la rinite da Lei riferita.


Ha risposto D'Agostino Marco

Dagostino

Marco D'Agostino

Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995, è dal 1999 specialista in Allergologia e Immunologia Clinica e, dal 2007, in Igiene e Medicina Preventiva.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su