RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Alcol contenuto in Pilosella compositum, possibili interazioni"

Da più di un anno soffro di cefalea muscolo tensiva. Sono in cura con amitriptilina, 12 gocce prima di andare a letto. In seguito a questa cura ho messo su quasi 18 kg. Nonostante mangi poco, eviti carboidrati e zuccheri il mio peso non scende. Il mio medico curante mi ha prescritto Pilosella compositum (per facilitare la diuresi) che contiene alcol al 30%. Questo può creare qualche interazione con amitriptilina, visto che sul foglio illustrativo si sconsiglia di assumere alcolici?

La definizione di "alcolici" si riferisce a un abuso in associazione al farmaco. Certo l'alcol può aumentare l'effetto del farmaco, ma non certo quello contenuto in una "dose" di rimedio omeopatico! Sempre che lei non sia sensibile a qualunque quantità di alcol. Nel tal caso, diluendo il farmaco omeopatico in poca acqua e aspettando qualche minuto prima di assumerlo, potrà avere la certezza che l'alcol sarà evaporato. In merito al suo eccesso di peso, dovrei anche sapere la sua età per poter valutare l'effettiva responsabilità del farmaco in tal senso. Il rimedio che le ha prescritto il suo medico può essere un buon inizio per cominciare a drenare i liquidi, per poi valutare il prosieguo della terapia. Ha mai provato la Passiflora al posto dell'amitriptilina? In associazione a Escoltzia potrebbe aiutarla, quanto meno, a ridurre nel tempo l'uso del farmaco.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su