Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Acne grave a 16 anni"

Sono una ragazza di sedici anni ed ho acne grave localizzata principalmente sulle guance, ma ho brufoli anche sulle spalle e sul petto. Negli anni ho consultato vari dermatologi, ma non ho mai avuto risultati con creme e lozioni, ed ho sempre notato che i miglioramenti o i peggioramenti dipendevano dal mio ciclo. Così, il 27 maggio ho avuto le mestruazioni e il 9 giugno ho fatto i dosaggi ormonalidai quali risulta progesterone molto più alto della norma (è uscito a 4,20) così' come anche il testosterone plasmatico. L'unico modo per curare questo problema è la pillola? Visto gli effetti collaterali che portano anche le contraccettive più leggere, non vorrei iniziare.

I dati che lei fornisce sono solo parziali; per poter fare un approfondimento completo, i dosaggi ormonali devono essere eseguiti entro il terzo giorno del ciclo mestruale e devono comprendere più ormoni rispetto a quelli da lei citati; solo in caso di documentata diagnosi di policistosi ovarica e dopo esclusione di altri disordini endocrini, si prendono in considerazione le possibili terapie: nel caso dell’acne la pillola estroprogestinica, se assunta nel modo corretto e con i giusti controlli, può dare buoni risultati, quindi non va demonizzata; inoltre alla pillola estroprogestinica si possono associare, se del caso, antiandrogeni, sempre sotto stretto controllo medico.


Ha risposto Guabello Gregorio

Gaubello1

Gregorio Guabello

Endocrinologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2001, è dal 2006 specialista in Medicina Interna e, dal 2012, in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su