Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Acne alla sospensione della pillola"

Sono una ragazza di 23 anni e da due anni ho smesso di prendere la pillola. Da lì ho iniziato ad avere una comparsa di brufoli sul viso, che non ho mai avuto, nemmeno in età adolescenziale. Sto usando creme specifiche e sapone allo zolfo per detergere la pelle, ma la situazione non migliora. Sa darmi qualche consiglio?

Non è infrequente riscontrare manifestazioni acneiche in coincidenza con la sospensione di trattamenti anticoncezionali, specie se usati a lungo. Del resto le statistiche rilevano che l’età dell’acne può raggiungere i 25 anni, senza contare il cosiddetto acne tardivo. A questo punto è necessario inquadrare la forma di acne in questione: comedonica, pustolosa, cistica, ecc, nonché considerare le eventuali situazioni che la aggravano. Le terapie possono essere diverse e sarebbe opportuno adattarle al singolo caso. Consiglierei inoltre una visita ginecologica con relativa ecografia di utero e annessi. Una terapia di base potrebbe consistere nell’olio di semi di borragine, assunto per via orale: male non fa e contribuirà a riequilibrare le secrezioni cutanee.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su