Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"ACE-inibitore e abbassamento della libido"

Ho 55 anni e da qualche tempo ho notato di avere la pressione arteriosa un po’ alta: 133/92; mi sono rivolto al mio medico il quale mi ha prescritto un ACE-inibitore che, però, mi ha provocato un visibile abbassamento della libido. Ora vorrei capire se è pericoloso associare,all'occorenza, un farmaco a base di tadalafil.

Io aspetterei a trattare questi valori di pressione arteriosa: farei un monitoraggio per circa un mese con due/tre rilevazioni al giorno della pressione a diversi orari del giorno, a riposo per circa 5 min. Se persistessero valori sopra 150/90 circa assumerei farmaci (ACE-inibitore va benissimo) ma se le dà problemi di libido insisterei (libido è diversa da erezione). Se desse invece problemi di erezione cambierei farmaco (es. sartani e calcioantagonisti), ma se i problemi rimangono, andrei dall'urologo. Una volta esclusi problemi funzionali o anatomici, allora non ci sono problemi a utilizzare farmaci come tadalafil o simili.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su