Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato: 2 Maggio 2020 Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2020

Video-pillole di fitness da Bayer per gli emofilici. Il sito www.emofilia.it arricchito con l’hahstag #mipiacesetimuovi

Il lockdown impone di restare a casa ma ogni abitazione può diventare una piccola palestra.

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Il lockdown impone di restare a casa ma ogni abitazione può diventare una piccola palestra. Pillole di consigli in video sono raccomandati dalla fisioterapista osteopata Elena Anna Boccalandro, ai pazienti affetti da emofilia, e non solo.

Per venire incontro all’impossibilità di svolgere le usuali attività sportive in palestra o all’aperto, legata all’emergenza COVID-19, Bayer ha arricchito il proprio sito  di sei video-pillole con suggerimenti semplici e divertenti, utili a mantenersi attivi anche restando a casa.

All’interno del sito, nella sezione "Bayer per la Comunità Emofilica", è stata creata una pagina dedicata #mipiacesetimuovi che ospita le video-pillole con esercizi specifici per alcune parti del corpo come braccia, collo o schiena utili al mantenimento di una corretta postura, ma anche con consigli su come migliorare l’equilibrio e con suggerimenti per lo stretching.

Una delle video-pillole è pensata per i bambini: attraverso il ricorso alla fantasia, i più piccoli sono invitati ad immaginarsi in un campo da basket o in piscina e ad eseguire gli stessi movimenti che farebbero per raggiungere il canestro o per nuotare a stile libero o a dorso.

“La ricerca medico-scientifica - dice la dottoressa Simona Gatti, Responsabile Medical Affairs Area Specialty di Bayer - è il cuore del nostro impegno e allo stesso tempo offriamo servizi utili alla comunità in questo momento di emergenza COVID-19 per agevolare e rendere meno pesante la vita quotidiana. L’attività fisica è importante per tutti e lo è ancor di più per le persone con emofilia. Gli esercizi proposti nei video servono a sciogliere i muscoli e a mantenere il fisiologico tono muscolare e possono essere eseguiti facilmente dai pazienti assieme ai loro familiari”.

Circa 400.000 persone in tutto il mondo sono affette da emofilia, una malattia per lo più ereditaria, in cui una delle proteine necessarie per coagulare il sangue manca o è presente in quantità ridotta. La forma A è il tipo più comune di emofilia, in cui la coagulazione sanguigna è ridotta a causa della mancanza o di un difetto del Fattore VIII della coagulazione. I pazienti affetti da questa malattia vanno incontro a ripetute emorragie a carico dei muscoli, delle articolazioni e in altri tessuti, che possono dar luogo a danni cronici nel corso del tempo. Le emorragie, in particolare, se non trattate in modo appropriato possono avere conseguenze molto gravi. L’emofilia A ha un’incidenza stimata pari a 1 su 5.000 bambini maschi nati vivi e si manifesta a livello globale. Attualmente, in Italia sono circa 4.000 le persone affette da emofilia A.

Bayer da sempre aiuta a migliorare le condizioni delle persone con emofilia, grazie alla profonda conoscenza dei bisogni e delle aspirazioni di questi pazienti, costruita in oltre 25 anni di relazioni con la comunità emofilica. La terapia sostitutiva con il Fattore VIII è lo standard di cura per prevenire o bloccare ogni tipo di sanguinamento. Il portfolio di prodotti Bayer nell’emofilia offre a tutte le persone affette da emofilia A un trattamento per soddisfare ogni loro bisogno e lo stile di vita più idoneo in tutte le fasce di età. Bayer collabora con ricercatori, operatori sanitari e gruppi di pazienti per costruire una comunità forte e per aiutare le persone con emofilia a vivere una vita appagante e il più possibile normale.

La passione di Bayer nell’aiutare a migliorare il futuro delle persone con emofilia si conferma nel guidare e investire verso la prossima generazione di soluzioni terapeutiche.


Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo scritto da:
Iconinstagramw 6c7b34da78053ba415ffc420808bcd527a9d6f02a55181b3833981e943f89e87
CONSULTA L’ARCHIVIO DI DISTURBI E PATOLOGIE
Torna su