RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Varicella, infezioni concomitanti e antibiotico"

Il mio bambino di 2 anni da 2 giorni è ha casa dal nido con la varicella, ha la febbre alta che, quando finisce l'effetto della tachipirina, ritorna a 39; l'ha visitato la pediatra e ha detto che, oltre a raffreddore e tosse, ha la rino faringite acuta e otite e alla fine, anche se non troppo convinta, mi dato l'antibiotico. Ma l'antibiotico non indebolisce ulteriormente l'organismo che già deve vedersela con la varicella? Può interferire in qualche modo sulla varicella? Il mio bambino di 2 anni da 2 giorni è ha casa dal nido con la varicella, ha la febbre alta e quando finisce l'effetto della tachipirina ritorna a 39, l'ha visitato la pediatra e ha detto che ha la rino faringite acuta e anche un orecchio non è messo Il mio bambino di 2 anni da 2 giorni è ha casa dal nido con la varicella, ha la febbre alta e quando finisce l'effetto della tachipirina ritorna a 39, l'ha visitato la pediatra e ha detto che ha la rino faringite acuta e anche un orecchio non è messo troppo bene troppo bene oltre a raffreddore e tosse, alla fine anche se non troppo convinta mi dato l'antibiotico. Ma l'antibiotico non indebolisce ulteriormente l'organismo che già deve vedersela con la varicella? è utile darlo in questo caso? Può interferire in qualche modo sulla varicella?

In questa stagione sono frequenti sia la varicella che le comuni malattie respiratorie. L'antibiotico non modifica il decorso della varicella, in nessun modo, ma se serve per curare un'infezione batterica concomitante lo dia senza paure, è un aiuto per l'organismo che deve fronteggiare due infezioni insieme.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su