Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Utilità dello screening microcitemico in Sardegna"

Ho 33 anni, sono nata e vivo in Sardegna e sono alla 11 settimana di gravidanza. Nonostante i mei valori del sangue siano perfetti mi è stato richiesto lo screening microcitemico. Ora volevo sapere se era proprio necessario, dal momento che le strutture che eseguono questo esame sono pochissime e a molti chilometri da dove abito io. Inoltre: lo screening beta talassemico è lo stesso del microcitemico?

Screening microcitemico e beta talassemico sono sovrapponibili. L’utilità dello screening della microcitemia in fase prenatale è indiscutibile in una regione come la Sardegna, dove la prevalenza di beta talassemia è molto elevata. A maggior ragione se indagini in questo ambito non sono state fatte dai singoli membri della coppia in fase preconcezionale.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su