Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Utero fibromatoso con miomi e uso della spirale"

Avendo l'utero fibromatoso e miomi multipli con emorragie vorrei sapere se la spirale con levonorgestrel allevia i sintomi e se a 46 anni è adatta per arrivare tranquillamente in menopausa.

La spirale al levonorgestrel è indicata da molte linee guida internazionali e da quelle della SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia) come uno strumento terapeutico di prima scelta per i flussi mestruali abbondanti. Tale scelta può essere valida anche quando vi sia una fibromatosi uterina in cui l’eventuale distorsione della cavità uterina permetta comunque la coabitazione con la spirale. Se la spirale non viene espulsa, fatto di per sé piuttosto raro, la sua azione sull’endometrio è eccellente, e la riduzione della emorragia mestruale è notevole, tanto che nel 20-30% delle donne la mestruazione scompare entro un anno. Poiché la spirale al levonorgestrel può restare in utero 5 anni o poco più, può sicuramente accompagnare la donna alla menopausa. Va anzi ricordato che questa spirale può essere usata come parte progestinica della terapia ormonale sostitutiva della menopausa, essendo il progestinico portato nel luogo dove serve, cioè la cavità uterina.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su