Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tatuaggio che prude d'estate"

Quasi 5 anni fa ho fatto un tatuaggio sul braccio. Ogni estate, quando espongo il tatuaggio al sole, in maniera sporadica inizia a prudere e il tatuaggio stesso diventa in rilievo, sopratutto nei contorni. In inverno invece, quasi mi dimentico di averlo. Il tatuatore ha usato solo il colore nero, osso essere diventato intollerante all'inchiostro?

Nei tatuaggi per ottenere il colore nero si possono usare vari pigmenti di composizione diversa. Nel suo caso si è verosimilmente verificata una forma di fotosensibilizzazione, cioè una reazione al pigmento che ha bisogno di raggi solari di una certa intensità per manifestarsi, anche se questo fenomeno è più frequente verso i pigmenti verdi, gialli o rossi. L'applicazione di un filtro solare ad alta protezione, in caso di efficacia, confermerà l'ipotesi. La rimozione del tatuaggio sarebbe ovviamente una soluzione, ma il rischio cicatriziale deve essere attentamente valutato.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su