Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Taglio cesareo, nuova gravidanza e parto naturale"

Ho avuto una bimba 4 mesi fa con cesareo d'urgenza per sofferenza fetale durante il travaglio. Io e mio marito vorremmo presto un altro figlio. A tal proposito volevo chiederle quanto tempo deve passare dal cesareo per un altra gravidanza, soprattutto in virtù del fatto che vorrei tentare di nuovo un parto naturale.

Solitamente dopo un taglio cesareo si consiglia l’attesa di alcuni mesi prima di iniziare una successiva gravidanza perché la cicatrice uterina si consolidi, in particolare se la donna vuole tentare il cosiddetto parto di prova, cioè provare la via vaginale. Infatti il rischio più consistente di un travaglio di parto dopo un pregresso taglio cesareo è quello della rottura d’utero, che è dell’ordine di circa 5 casi ogni 1.000 parti, mentre se viene ripetuto il taglio cesareo il rischio di rottura d’utero è inferiore all'1 per 1.000 parti. Peraltro nel taglio cesareo ripetuto vi è una piu’ bassa mortalità materna rispetto al parto di prova. Il parto di prova deve avvenire in un centro adeguatamente attrezzato, che sappia attivare un taglio cesareo in tempi brevissimi se fosse necessario.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su