Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tac e scintigrafia: dopo quanto tempo si può cercare una gravidanza"

Io e mio marito vorremmo avere un secondo figlio però io purtroppo a ottobre ho dovuto fare una Tac con contrasto e l’11 febbraio una scintigrafia renale per una riscontrata malformazione ai reni. La mia prima gravidanza è andata benissimo. Quanto devo aspettare per provare ad avere un secondo figlio senza creare problemi al futuro bimbo a causa dgli esami fatti?

In corso di gravidanza accertata non vanno eseguite indagini che implichino radiazioni. Le radiazioni da raggi X, come quelle della Tac, vanno possibilmente evitate durante tutta la gravidanza, ma in particolare nel primo trimestre, eccetto i casi in cui l’indagine risulti indispensabile. Allo stesso modo una scintigrafia renale va evitata in corso di gravidanza e di allattamento. Comunque le eventuali radiazioni subite dal feto sarebbero molto basse. A distanza di giorni da questi esami una gravidanza può essere ricercata senza problemi.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su