Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Stenosi coronariche e terapia con Asa"

A seguito di controlli mi é stata riscontrata una stenosi 20% in un tratto di una coronaria e del 30% in un tratto dell'altra. Mi è stato prescritto acido acetilsalicilico da 100 mg e di conseguenza il gastroprotettore. C'é modo di evitare il gastroprotettore? Poi ho letto che l'ananas ha proprietà anticoagulanti. Non si può sostituire l'acido acetilsalicilico con gli estratti di questo frutto?

Assolutamente il gastroprotettose, se si prende Acido acetilsalicilico (Asa) per lungo tempo non va evitato; comunque per la terapia in cronico con Asa va valutata invece la necessità clinica e tutto l'inquadramento clinico; non so l'età, la storia clinica, la famigliarità, i fattori di rischio, il perché ha fatto controlli sulle coronarie e con quale metodica ecc. La mia risposta non può essere completa. Solo posso dire che l'acido acetilsalicilico non può essere sostituito a meno di allergie documentate, e solo con l'indobufene o altri antiaggreganti piastrionici (es clopidogrel).


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su