Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Spostamento delle dita dei piedi anche con plantare"

Ho 18 anni e da un po’ di giorni noto come poggio il piede dopo un normale passo. So di soffrire di piede piatto e sto portando il plantare. Ma questo rimedio me lo prescrisse l'ortopedico per dolori alle ginocchia e problemi alla schiena. Ora da un anno che porto i plantari oramai le ginocchia non mi danno più fastidio e anche la schiena è messa meglio. Però sto notando che le dita dei piedi tendono all'esterno. Cosa potrei fare in linea di massima oltre al plantare?

La postura è la strategia che il nostro corpo utilizza per tenerci in piedi nel modo più funzionale possibile consumando il meno possibile senza farci sentire male. Se però il nostro corpo comincia a lamentarsi significa che ha finito di sfruttare tutti i sistemi di compenso che aveva a disposizione. A questo punto oltre a un intervento mirato sulle articolazioni più dolenti è saggio farsi fare da un osteopata un'analisi posturale o una visita che sia in grado di fare una valutazione globale in modo da definire con chiarezza quali interventi siano primari rispetto agli altri per far sì che il corpo ritrovi al più presto un'"armonia funzionale" senza danneggiare in modo irreversibile gli altri sistemi.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su