Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Sovrappeso dopo sospensione della terapia ormonale sostitutiva"

Sono in menopausa da cinque anni e dovrò subire una tiroidectomia per prevenzione. Dopo aver preso per 5 anni la pillola sostitutiva per la menopausa adesso sto prendendo degli integratori (uno per alleviare i disturbi funzionali della menopausa e uno drenante e depurativo) che non mi risolvono le vampate, anche se le attenuano. Dopo l'interruzione della terapia ormonale sostitutiva ho preso 5 chili, ho l'addome gonfio che non avevo neanche in gravidanza. Cosa devo fare per riprendere in parte la mia forma fisica?

Nei primi 6-7 anni dopo la menopausa la condizione ormonale della donna è alterata e molto delicata e ciò influisce sul metabolismo generale e sul peso. Ci sono donne che soffrono a lungo per questo disordine (vampate per 4 o 5 anni) e altre che non ne soffrono per niente. La terapia sostitutiva non fa che ritardare i problemi che prima o poi riappaiono ed è utile per le donne esposte a forte rischio di malattie cardiache o osteoporosi. Dunque, i suoi problemi di peso dopo l’interruzione della terapia sostitutiva sono comuni a molte donne. Tuttavia non è corretto continuare tale trattamento per più di 1 o 2 anni al massimo. Quello che deve fare è muoversi il più possibile, fare una dieta sana e povera di grassi, bere acqua in abbondanza per aiutare il drenaggio dei liquidi, poco sale, niente fumo né alcolici. E per qualsiasi farmaco o integratore, è sempre meglio chiedere al proprio medico.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su