Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Sopravvivenza degli spermatozoi"

Vorrei sapere per quanto tempo all'incirca sopravvivono gli spermatozoi emessi all'aperto.

Il liquido seminale non perde istantaneamente la capacità fecondante dopo esposizione all’aria, ma dopo l’emissione in ambiente inidoneo risulta soggetto a escursioni termiche e variazioni di pH che inevitabilmente conducono a disidratazione e deterioramento nel breve periodo. Anche gli spermatozoi depositati nel comune condom in lattice pur, rimanendo vitali perdono progressivamente le loro caratteristiche di motilità a causa della presenza nel condom di sostanze tossiche interferenti. Diversa è invece la condizione degli spermatozoi che per motivi clinici o di ricerca vengono mantenuti in condizioni sperimentali “controllate”. In questo caso la sopravvivenza, intesa come vitalità, motilità e potere fecondante può essere anche di alcune ore. Si tratta dunque di cellule “non programmate” per una vita all’aperto che svolgono adeguatamente la loro funzione (quella fecondante) solo se vengono a trovarsi nel loro "habitat naturale" ovvero nelle vie genitali femminili. Non dimentichiamo inoltre che gli spermatozoi, come la quasi totalità delle cellule del nostro organismo, hanno comunque un destino segnato, potendo sopravvivere nelle vie genitali femminili (dunque in ambiente idoneo) per circa 48 ore.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su