Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Soffio sistolico eiettivo"

Vorrei sapere qualcosa sul soffio sistolico eiettivo: se è una cosa grave e come si può curare.

La domanda è un po'troppo generica: il soffio sistolico eiettivo di per sé non è indicativo, è necessario sapere l'intensità (da 1/6 a 6/6) e dove si ascolta sul torace (sede aortica ecc). Per ogni tranquillità si esegue una visita con Ecg e poi il cardiologo consiglierà di eseguire un ecocardio. Tale esame stabilisce la sede e la eventuale gravità del soffio e quindi la sua cura (medica o chirurgica).


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su