Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Seno fibromatoso, quale significato"

Il medico di base, sapendo che avevo il seno un po’ dolorante e dopo una palpazione, mi ha prescritto una visisa ginecologica per sospetta “fibronodulia” e mi ha parlato di seno “fibromatoso”. Ovviamente farò tutte le visite del caso e mi è stato detto di non preoccuparmi, ma nel frattempo vorrei sapere qualcosa di più su questi due paroloni medici. Ho 23 anni, nessun precedente in famiglia per problemi al seno, ciclo regolare prima della pillola, che assumo da 2 anni.

Si tratta di parole generiche, e non strettamente scientifiche, che vogliono indicare un seno in cui le ghiandole mamamrie sono più percepibili ed evidenti della media. In realtà una condizione di ghiandole mammarie ingrossate, detta mastopatia fibrocistica, è presente in una elevatissima percentuale di donne, tanto da essere considerata nella norma. In ogni caso sempre meglio un esame in più che uno in meno. Consiglierei comunque una sistematica autopalpazione del seno dopo ogni mestruazione, semplice gesto che può cogliere eventuali modificazioni della struttura mammaria.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su