RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ruolo degli esami istologici fatti sul materiale abortivo"

Ho 34 anni, ho già una figlia di 5 anni e stavo cercando la seconda gravidanza quando è arrivata ed alla 9° settimana si è interrotta senza che mi accorgessi di niente. Sia la prima gravidanza che la seconda sono arrivate con l'ovulazione indotta dal clomid. Il risultato dell'istologico riporta parole per me incomprensibili: lembi di decidua con aree necrotiche e granulociti sovrapposti. Vorrei sapere il significato di questo inutile esame.

Gli esami istologici fatti sul materiale abortivo non sono affatto inutili, perché potrebbero evidenziare alcune delle cause di aborto che potrebbero averlo determinato, come per esempio la presenza di malattie cromosomiche. Tali condizioni non sono, per sua fortuna, presenti in questo caso.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su