Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Rosolia e rischio contagio"

Mia moglie, incinta alla decima settimana, due giorni fa è entrata in contatto con una bimba che da pochi giorni ha fatto il vaccino per la rosolia. Mia moglie non ha avuto la rosolia e non è immune dalla malattia. Ciò ha ingenerato in noi una forte preoccupazione. Abbiamo già consultato il ginecologo, il nostro medico di famiglia e un pediatra, che però hanno fornito versioni discordanti. Esiste o meno la possibilità di contrarre la rosolia a causa dell’accaduto?

Il vaccino antirosolia è a virus vivo e non si può escludere del tutto che un soggetto vaccinato non elimini il virus per qualche giorno dopo il vaccino. In realtà è un'evenienza più teorica che reale. Consiglio a sua moglie di ripetere il test per la rosolia dopo 2 settimane dal contatto.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

Torna su