Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Rodiola e vitamine per il Parkinsonismo"

Ho letto che lei ha consigliato ad un utente con malattia di Parkinson la Rodiola. Mio padre, però, non ha il Parkinson ma il parkinsonismo vascolare, oltre alla leucoencefalopatia multinfartuale. Potrebbe essere utile anche a lui questo fitoterapico? Inoltre, da una fonte medica ho letto che 4 g di vitamina B1 al dì potrebbero giovare ai pazienti affetti da quel tipo di malattia. Esistono integratori che rendono possibile questa assunzione?

La Rodiola come estratto secco titolato in rosavin minimo 2% va benissimo anche in un caso come quello di suo padre, meglio ancora se abbinata alle vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6 e B12 almeno). Ci sono validi prodotti che assommano tutte le vitamine del gruppo B che le ho citato al dosaggio corretto.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su