Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Retrazione delle gengive e denti che dondolano"

Sono una signora di 60 anni, ho 2 tasche paradontali superiori ai molari, con leggero dondolio dei denti e retrazione delle gengive; mi dicono che è meglio togliere i 2 molari perché sede di infenzione, vorrei sapere e proprio necessario sacrificare i 2 molari visto che non mi danno fastidio? Alla panoramica non si osservano segni di osteolisi flogistica peri-apicale. Sono presenti segni di paradontopia con fenomeni di riassorbimento osseo prevalentemente orizzontale di 2° grado, cosa significa?

Siamo di fronte a una parodontopatia, patologia che si manifesta con un riassorbimento dell'osso alveolare (che circonda il dente) di tipo orizzontale. Tra le cause gioca un ruolo fondamentale l'igiene orale, oltre all'età e alla predisposizione genetica. Pertanto, prima di procedere a eventuali estrazioni, quando non sussistono segni di infezioni alla radice, ovvero granulomi (non segni di osteolisi flogistica peri-apicale alla panoramica) meglio recarsi presso una struttura specializzata dove, se lo riterranno opportuno, verrà iniziata una terapia parodontale eziologica mirata tramite frequenti sedute di igiene (ablazione del tartaro e courettage) nel tentativo di ridurre l'infiammazione dei tessuti parodontali. Per quanto riguarda il grado 2 di mobilità, esso è il valore intermedio nella scala utilizzata (da 0 a 3), dove 0 indica mobilità fisiologica dell'elemento (0,5 mm) e 3 indica mobilità di molto superiore. Il grado di mobilità di un elemento non è fisso, ma può variare in base a vari fattori, tra cui di sicuro l'igiene orale.


Ha risposto Pedone Maurizio

Pedone

Maurizio Pedone

Odontoiatra

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1985 con 110 e lode presso l’Università degli Studi di Firenze, consegue poi la specializzazione in Odontostomatologia e protesi dentale nel 1992 presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti. Dal 1985 al 1999 è Ufficiale Medico presso l'Aeronautica Militare.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su