Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Regole per sospettare la presenza di melanoma"

Vorrei sapere se è effettivamente valida la regola della lettera D per riconoscere un melanoma. O meglio, quando ci troviamo di fronte a una lesione atipica che però non raggiunge i 6 mm di diametro, può trattarsi di melanomi o parliamo ancora di nei atipici o displastici?

L’esame di una formazione cutanea pigmentaria utilizzando i parametri del cosiddetto sistema ABCD (Asimmetria, Bordi, Colore, Dimensioni) fornisce elementi per valutare l’opportunità di sottoporre la formazione stessa ad accertamenti più approfonditi: visita specialistica, dermoscopia, biopsia, asportazione con relativo esame istologico ecc. I parametri di cui sopra non permettono da soli di formulare una diagnosi sicura, ma solo un sospetto. Non dimentichiamo poi che anche i melanomi possono essere “atipici”.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su