RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Regole per sospettare la presenza di melanoma"

Vorrei sapere se è effettivamente valida la regola della lettera D per riconoscere un melanoma. O meglio, quando ci troviamo di fronte a una lesione atipica che però non raggiunge i 6 mm di diametro, può trattarsi di melanomi o parliamo ancora di nei atipici o displastici?

L’esame di una formazione cutanea pigmentaria utilizzando i parametri del cosiddetto sistema ABCD (Asimmetria, Bordi, Colore, Dimensioni) fornisce elementi per valutare l’opportunità di sottoporre la formazione stessa ad accertamenti più approfonditi: visita specialistica, dermoscopia, biopsia, asportazione con relativo esame istologico ecc. I parametri di cui sopra non permettono da soli di formulare una diagnosi sicura, ma solo un sospetto. Non dimentichiamo poi che anche i melanomi possono essere “atipici”.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su