Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Reflusso gastrico che non risponde alla terapia"

Dopo aver fatto la gastroscopia e il test per l'helicobacter, abbiamo scoperto che ho reflusso gastrico; assumo omeoprazolo e magaldrato, ma in un mese una settimana sto bene e le altre 3 sto male e prendo sempre i farmaci. Dovrei fare delle altre analisi?

In considerazione della diagnosi che le hanno fatto, se la malattia da reflusso non è responsiva alla terapia massimale, si pone indicazione a eseguire un approfondimento diagnostico oramai presente nei maggiori Centri che si occupano di tale patologia, la pH-impedenzometria delle 24 ore in corso di terapia, che misura tipo e durata del reflusso, in modo da distinguere i pazienti con un esofago acido sensibile e quelli nei quali invece il problema è un reflusso biliare o alcalino. Tutto finalizzato a modificare il dosaggio dell’inibitore di pompa o cambiare la terapia.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su