RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Reflusso e extrasistolia a 22 anni"

Ho 22 anni, sono alto 1,75 m per 95 kg con 11% massa grassa. Da tempo soffro di continui reflussi acidi di notte e pesantezza dopo i pasti più importanti. Ultimamente ho avvertito delle extrasistoli, ma dall'esame cardiologico è risultato tutto in ottime condizioni. Le extrasistole possono essere causate dal reflusso? Come si può eliminare il reflusso?

Il cardiopalmo, ovvero la sensazione del battito cardiaco, e il riscontro di extrasistolia sono sintomi che si possono associare alla malattia da reflusso gastroesofageo; essi sono classificati, infatti, come sintomi extraesofagei. Pertanto il trattamento del reflusso gastroesofageo con farmaci antiacidi e procinetici migliora anche la sintomatologia simil-cardiologica.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su