Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Reflusso e extrasistolia a 22 anni"

Ho 22 anni, sono alto 1,75 m per 95 kg con 11% massa grassa. Da tempo soffro di continui reflussi acidi di notte e pesantezza dopo i pasti più importanti. Ultimamente ho avvertito delle extrasistoli, ma dall'esame cardiologico è risultato tutto in ottime condizioni. Le extrasistole possono essere causate dal reflusso? Come si può eliminare il reflusso?

Il cardiopalmo, ovvero la sensazione del battito cardiaco, e il riscontro di extrasistolia sono sintomi che si possono associare alla malattia da reflusso gastroesofageo; essi sono classificati, infatti, come sintomi extraesofagei. Pertanto il trattamento del reflusso gastroesofageo con farmaci antiacidi e procinetici migliora anche la sintomatologia simil-cardiologica.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su