Pubblicità

Raffreddore e influenza: perché usare un antinfiammatorio?

I sintomi del raffreddore, come naso che cola, starnuti frequenti, sensazione di malessere generale e mal di gola, così come quelli classici dell’influenza (naso chiuso, tosse o mal di gola, dolori muscolari), hanno tutti all’origine un meccanismo comune: l’infiammazione. Quando un virus, che sia influenzale o altro, invade le vie respiratorie, il nostro organismo reagisce attivando il sistema immunitario e alcuni riflessi nervosi. Vengono liberate nel sangue sostanze, dette mediatori dell’infiammazione, che proteggono il nostro organismo dall'infezione ma, nello stesso tempo, causano dilatazione dei vasi sanguigni e aumento della secrezione di muco. I mediatori infiammatori, inoltre, attivano i riflessi dello starnuto e della tosse e possono anche stimolare le fibre nervose deputate alla trasmissione del dolore. Ecco perché gli antinfiammatori, spegnendo appunto l’infiammazione, sono efficaci nel ridurre i sintomi di raffreddore e influenza.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su