Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pustole su caviglie, mani e braccia"

Circa 2 giorni fa ho trovato nella zona delle caviglie, delle mani e delle braccia, delle punture che sembravano di zanzara, ma che hanno subito presentato sintomi come arrossamento e gonfiore eccessivo. Ho iniziato la cura assumendo antistaminico, cortisone e crema di cortisone. Da ieri mi trovo delle pustole di circa 10mm di diametro, da una di loro fuoriesce del liquido trasparente. Non ho dolore né febbre, ma provo la sensazione che la pelle si strappi se appoggio il piede per terra; ciò mi crea difficoltà nel camminare e un lieve prurito. Dovrei scoppiarle e disinfettarle oppure è necessario rivolgermi a un medico?

La comparsa di bolle piene di pus nel periodo estivo nelle zone più esposte (caviglie, mani e braccia) potrebbe far pensare a una impetigine bollosa, una malattia causata dalla penetrazione sotto pelle di Staffilococcchi normalmente presenti sulla superficie. In tal caso è importante non grattare le lesioni per non diffondere ulteriormente la malattia, che è molto contagiosa (soprattutto se ha contatti con bambini).

La terapia iniziale può prevedere impacchi con amuchina al 2% e una crema antibiotica, ma non è raro che si renda necessaria anche una terapia con antibiotici per bocca se le lesioni diventano molto diffuse e/o se compare febbre.


Ha risposto Pignatti Marco

Nuovo dermatologo 2

Marco Pignatti

Dermatologo

Laureato in Medicina nel 1995. Specializzato in Dermatologia nel 2000. Ho svolto attività di ricerca su: biologia dei cheratinociti, network delle neurotrofine, apoptosi, cellule staminali, effetti delle radiazioni UV, psoriasi, tumori della pelle, neurobiologia cutanea e la neurocosmetologia. Responsabile del primo Ambulatorio di Dermobiotica in una struttura pubblica dal gennaio 2017. Presidente Congresso Italiano di Dermobiotica. Autore del libro “Dermobiotica. Alimentazione – Microbiota – Pelle (Minerva Medica, 2018).

Torna su