Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Proteina S bassa e flussimetria a fine gravidanza"

Sono in gravidanza alla 31 + 4 settimana, ieri dopo l'esito della flussimetria mi hanno tolto l'acido acetilslicilico a basso dosaggio perché hanno detto che il flusso va bene, all'inizio me l'avevano prescritta perché avevo la proteina S libera bassa (a 29 su un minimo di 55), ma l'omocisteina era nella norma. Basta l'esito della flussimetria per smettere di prenderla?

La proteina S bassa indica una maggiore coagulabilità del sangue. Occorre naturalmente vedere se questa era una condizione precedente alla gravidanza o se si è verificata solo in gravidanza. È comunque utile, se non è stato fatto, che la situazione venga sottoposta anche a un buon ematologo. La flussimetria è sicuramente un ottimo metodo di valutazione della circolazione a livello utero-feto-placentare, ma va ripetuta e non può essere l’unico metodo per valutare la sospensione di una terapia, se realmente la sua indicazione era stata corretta.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su