Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Probiotici in gravidanza per scongiurare la dermatite atopica"

Sono mamma di un bimbo di 2 anni e mezzo che dal 1° compleanno ha manifestato la dermatite atopica. Adesso sono incinta del secondo e ho letto che potrebbe essere utile, ai fini della riduzione del rischio di trasmissione della stessa patologia, l'assunzione di probiotici per 4 mesi (ultimi 2 di gestazione + primi 2 di allattamento). Me lo conferma? Quali sono i ceppi più adatti?

Recenti studi sembrano confermare che l’assunzione di probiotici, con le modalità descritte, riesca a limitare la comparsa di manifestazioni atopiche nei piccoli a rischio di tale patologia. Inoltre questo tipo di trattamento è risultato privo di effetti collaterali dannosi per la madre e il nascituro. Il ceppo probiotico studiato in tal senso è stato il Lactobacillus rhamnosus.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su