Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Preparazione all'amniocentesi"

Dovrei fare l'amiocentesi e il mio ginecologo mi ha riferito che devo ricoverarmi due giorni prima per la preparazione con delle flebo, dato che l'utero fibromatoso. Mi sapete dire che tipo di preparazione mi farà effetuare? E quali rischi può comportare l'amiocentesi per me e il mio bambino data la patologia uterina?

L’utero fibromatoso è condizione clinica parafisiologica tanto è diffusa. Usare alcune precauzioni prima di una amniocentesi, che viene solitamente effettuata in regime ambulatoriale nella maggior parte delle sedi, può dipendere dalle abitudini di un singolo centro, ma anche dalle condizioni cliniche specifiche, inclusa la dimensione del fibroma o dei fibromi e la loro localizzazione nella struttura uterina. In questo caso i farmaci utilizzati sono dei tocolitici, farmaci che tipicamente rilassano la muscolatura uterina rendendola quindi meno sensibile al pur minimo trauma di un sottile ago che la punge. I rischi correlati all'amniocentesi sono solitamente limitati a una minima possibilità di aborto, inferiore all’uno per cento, e qualche volta alla necessità di ripeterla. Raramente vi possono conseguire infezioni del sacco amniotico.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su