RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Piante per la stitichezza grave"

Mio padre ha una grave stitichezza (ha avuto già due blocchi intestinali) dovuta a neuropatia diabetica. Visto che ha già perso più di dieci chili e sembra sottopeso, ha diabete e insufficienza renale vorrei sapere se esiste una cura naturale che mobiliti stomaco e intestino invece dei farmaci pesanti e che, comunque, non danno risultati.

Per riattivare la funzionalità intestinale bisogna anzitutto mangiare molti cibi ricchi di fibre, in particolare verdure e frutta, e cibi fatti con farina integrale. Inoltre bisogna bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Come cura potrebbero essere utili le piante ricche di antrachinoni, come la senna, la cascara, la frangula e altre ancora, da prendere sotto forma di estratto secco in compresse o in capsule. In genere se ne prende una sola dose alla sera (ore 21-23) e l'uso di questi prodotti deve essere sporadico (un paio di volte la settimana), per pulire bene l'intestino. È invece sconsigliabile l'utilizzo continuativo dei prodotti a base di queste piante per il rischio di effetti avversi.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su