Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Peluria e cerotto contraccettivo"

Uso un cerotto abase di norelgestromina ed etinilestradiolo da un anno e mezzo nel quale ho notato un aumento di peluria sull'addome, mai avuta prima. Ho intenzione di smettere immediatamente il cerotto; è possibile interromperlo senza aspettare la fine del ciclo dei 3 cerotti? E soprattutto, una volta terminato l'utilizzo di questo contraccettivo, la crescita dei peli tornerà come un tempo o dovrò convivere con questo fenomeno di irsutismo per sempre?

Fenomeni collaterali, come aumento della peluria, sono possibili con ogni tipo di anticoncezionale ormonale estro-progestinico anche se, solitamente, nel lungo periodo il fenomeno dovrebbe migliorare. Se una donna vuole smettere l’uso del cerotto, ciò può avvenire in qualunque momento del ciclo, basta rimuovere il cerotto attivo in quel momento oppure non sostituirlo alla fine della settimana. Alla sospensione ovviamente comparirà una mestruazione più o meno normale. Per prevedere se il fenomeno dell'aumento di peluria regredirà alla sospensione del cerotto occorre valutare che le cause del fenomeno possono anche non essere collegate al cerotto, ma dipendere da altro, inclusi problemi ormonali a vari livelli e incluso il fatto che il nostro organismo è in continua evoluzione. Se la peluria persiste va dunque valutata con un endocrinologo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su