Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Palpebra chiusa dopo infezione da virus Varicella-Zoster"

Mia madre, 75 anni, un mese addietro ha avuto il fuoco di sant'Antonio all'occhio con interessamento del trigemino. A oggi il dolore non è ancora passato e la palpebra dell'occhio colpito, il destro, si è chiusa e solo con l'aiuto delle dita riesce ad alzarla per vedere. L'oculista ha detto che la guarigione è molto lunga e che tale problematica è conseguenza dell'infezione rimandandola a una visita neurologica. È possibile, secondo lei, che abbia perso la possibilità di riaprire l'occhio? Il medico che oggi le ha fatto una pre visita le ha dato poca speranza.

Da come lei descrive l'accaduto sembra che la reinfezione dal virus Varicella-Zoster abbia colpito non solo il nervo trigemino, ma anche il nervo oculomotore (anche se solo parzialmente). I nervi comunque sono in grado di rigenerarsi e di ricrescere alla velocità di 1 mm al giorno. È questo il motivo per cui l'oculista le ha detto che la guarigione sarà lunga. In ogni caso il neurologo che visiterà la mamma potrà spiegarle tutto con maggiori dettagli.


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su