Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Obesità, mestruazioni irregolari e irsutismo"

Ho 33 anni e sono obesa e ammalata di tiroide (ipotiroidismo), ho sempre avuto le mestruazioni poco regolari a causa prima di disturbi d'ansia (attacchi di panico), poi dell'obesità. Soprattutto, non ho mai fatto in vita mia una visita ginecologica. Ma non mi rendo conto se ne ho realmente bisogno. Lei pensa che sia l'ora? Ho anche notato che mi stanno crescendo tanti peli sul mento e sulle gambe, non so se possa entrarci qualcosa con un lieve squilibrio ormonale. A chi mi devo rivolgere?

Tutto quanto racconta potrebbe far pensare ad una sindrome da policistosi ovarica, la quale, oltre al possibile aumento di peso (ma talora c’è magrezza), si accompagna ad aumento della peluria (ipertricosi) e ad altri sintomi. Oppure più probabilmente potrebbe trattarsi di una disfunzione surrenalica, nella quale il fenomeno della crescita della peluria avviene più spiccatamente in aree tipicamente maschili (irsutismo). Si tratta ovviamente di condizioni clinicamente diverse con implicazioni pratiche diverse, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. In ogni caso la situazione va adeguatemente indagata con esami strumentali (ecografia pelvica e surrenalica), dosaggi ormonali, una buona anamnesi personale e familiare, inclusa la valutazione delle caratteristiche fisiche della donna ed altro ancora. La valutazione potrebbe partire dal ginecologo, ma implicare anche l’interessamento dell’endocrinologo, del dietologo, talora dello psicologo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su