Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Nomegestrolo acetato in caso di una eventuale gravidanza"

Ho avuto un rapporto completo l'8 marzo, ma il giorno dopo ho cominciato la terapia con nomegestrolo acetato per 12 gg; questo farmaco potrebbe bloccare un eventuale gravidanza? Perché ho il dubbio che potrei essere rimasta incinta.

Se si è alla ricerca di una gravidanza il progestinico non andrebbe utilizzato se non nella seconda fase del ciclo, cioè dopo una presunta ovulazione. Se viene usato prima potrebbe impedire l’ovulazione e la eventuale successiva gravidanza. Peraltro il farmaco citato viene comunemente considerato controindicato in gravidanza, per via della sua struttura chimica.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su